Regionali 2015

Altro_Veneto-Ora-Possiamo-header

Forse in ritardo ma non per ultimo pubblico due righe sul voto di domenica 31/05.

Anche questa volta per non turarmi il naso e votare il meno peggio ho appoggiato fin dal suo nascere una lista civica fuori dai partiti o almeno fuori dal dalla terna PD-Lega-5 stelle.

Questo perchè non dimentico lo scandalo del Mose con Galan e Chisso, non dimentico il razzismo imperante, la chiusura e le campagne basate sulla paura e sull’individualismo della lega, non dimentico la l’autoreferenzialità, la chiusura e l’inesperienza ostentata dai grillini.

Ancora una volta ho cercato movimento locali, comitati in difesa del territorio, liste civiche non civetta E’ ed ho visto nascere L’atro Veneto – Ora Possiamo.
E’ nato subito con una forte caratterizzazione ambientale e sociale, ma pian piano che si allargava aha raccolto istanze su lavoro, sanità, trasporti ecc che vengono dal territorio.
QUI il prohgramma
Certamente non puntano alla presidenza, ma sono certo che anche un solo consigliere eletto in quella lista sarà un sassolino negli ingranaggi regionali, una voce ed un megafono per tutta la società civile che si batte per la difesa e la promozone ambientale e sociale del territorio Veneto.

Come preferenze per i consiglieri il mio voto andrà a Martina Camarda una giovane spaventata guerriera che che da sempre si interessa ed occupa di sviluppo sostenibile e decrescita;

Certo per chi crede che ci sia differenza tra PD e Lega (in fatto di cementificazione e grandi opere vi assicuro di no, la differenza è solo ideologico-formale ma la sostanza è la stessa) è possibile il voto disgiunto.
Per vincere bisogna partecipare, l’astensionismo e il ce ne freghiamo è tutto a favore della casta.

Buon voto quindi

Alessandro

Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *